studio c+i

sciacca -2016

Lo studio Cottone+Indelicato si trova nel centro storico di Sciacca, in un comparto edilizio che sorge nell’area del Castello Perollo ove si trovava la Porta San Pietro. Uno degli obiettivi del progetto è quello di accordare l’intervento al carattere storico dell’area, ristrutturando uno spazio al piano terra collegato ad un cortile di pertinenza prospiciente la via Porta S. Pietro. Il fine progettuale è stato quello di creare uno spazio polifunzionale atto ad ospitare diverse attività: studio, lavoro, eventi, mostre, riunioni.
Per migliorare l’illuminazione naturale è stata realizzata una grande porta vetrata pivotante, protetta da una pensilina in corten. Particolare attenzione è stata data alla cura dei dettagli come nel montante centrale della porta dove si legge il logo e il nome dello studio, realizzati con taglio laser, o nella pensilina con doghe in corten dove la luce lineare è stata integrata. L’interno è stato oggetto di modifiche delle tramezzature per regolarizzare e allargare gli spazi. Il risultato finale è uno spazio bianco minimale con arredi in acciaio nero e tagli di luce.
Al centro dell’ambiente in posizione decentrata vi è il Tavolo Monolite. Questo è l’elemento che maggiormente caratterizza lo spazio interno, sia per le grandi dimensioni, sia per l’aggetto estremo di 3 metri dalla parete. L’assenza di sostegni consente la massima flessibilità nell’uso come postazione di lavoro individuale, di gruppo e per riunioni. Una parete ospita una libreria realizzata in ferro nero con lamiere piegate, fissate alla parete con un sistema nascosto e smontabile, e un piano di lavoro con cassetti integrati. La parete opposta è attrezzata con la Luce Linea: una luce lineare di circa 4 metri e un piano espositore aggettante su tutta la lunghezza della parete.
Una lavagna di acciaio nero e delle barre metalliche, installate sotto la finitura della parete, facilitano l’esposizione di stampe fotografiche per mezzo di magneti rendendo lo spazio adatto anche per mostre ed esposizioni fotografiche e di architettura. Il pavimento è in resina cementizia bianca e si uniforma alle pareti generando contrasto con il colore nero degli arredi.
Le mensole e il piano di lavoro sono realizzate interamente con lamiere piegate di ferro nero con l’intento di fare lavorare il materiale e ottenere profili esili e resistenti. Il ferro nero è stato trattato con vernice trasparente satinata.
L’illuminazione dello spazio è costituita da quattro linee di luce, tutte a led alcune dimmerabili; ognuna con una funzione specifica ed intensità studiata per garantire le condizioni ottimali e il comfort illuminotecnico degli spazi nelle diverse configurazioni.